Gli sponsor ancora al fianco dell’Imoco Conegliano, prosegue la sinergia con le pantere

Posted On By redazione

Le sponsorizzazioni sportive sono uno dei settori più penalizzati in questi mesi. Anche in questo senso, tuttavia, l’Imoco Conegliano si dimostra un’isola felice grazie a quanto seminato negli anni scorsi, che ha trasmesso
un senso di appartenenza e una passione unica anche alle aziende partner che si sono strette attorno alla dirigenza gialloblù. La primavera e l’estate sono i periodi “clou” dell’anno per i rinnovi delle sponsorizzazioni, e proprio in queste settimane i vertici dell’Imoco stanno toccando con mano quanto sia vivo e indissolubile il legame tra squadra e sostenitori. La gran parte dei quasi 200 partner ha rinnovato fiducia e supporto per la prossima stagione, permettendo di continuare la programmazione futura
nonostante le “contrazioni” fisiologiche dovute alla pandemia.


Chi è abituato a primeggiare in fatto di appoggio al progetto Imoco è Paolo Borsoi, il primo sponsor che accettò l’invito delle famiglie Maschio, Polo e Garbellotto nel 2012 a partecipare all’inizio dell’avventura targata Imoco Volley. In pieno lockdown fu ancora una volta lui ad anticipare tutti nel confermare l’impegno a fianco delle pantere. “Io non mollo, nemmeno per sogno” afferma Borsoi, confermiamo la sponsorizzazione dell’Imoco”. Così, mentre il Veneto e l’Italia erano “in quarantena”, il papà di Stefania Franceschet, alla guida della storica azienda di ristorazione Ottavian, esortò la figlia a continuare a sostenere il club campione del mondo in un momento a dir poco incerto. Una testimonianza di affetto e vicinanza alla società dei presidenti Piero Garbellotto e Pietro Maschio che è comune anche ad altri sponsor storici delle pantere come Paolo Borsoi, Patrizio Dei Tos di Itlas e il consorzio del Prosecco Doc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *