Giovanissima, classe 2002, Giulia Bonifacio è una “stella promessa” del panorama pallavolistico italiano. Sorella d’arte di Sara (centrale, Igor Volley Novara in A1), la nuova pumina ha iniziato a giocare con l’Alba Volley, come ci racconta lei stessa.

“Avevo iniziato in prima, seconda elementare, ma poi mi ero un po’ stufata. Poi in quinta elementare alcune compagne di classe giocavano a pallavolo. Allora con mio padre ho deciso di riprendere e dopo due giorni ero già in campo con le mie amiche. Fino alla terza media sono stata in squadra con loro. Poi mi è arrivata la richiesta di andare all’Igor Volley di Novara. Dalla prima superiore sono quindi andata via di casa e sono rimasta a Novara per due anni. Poi sono stata due stagioni a Busto Arsizio.”

E adesso la nuova direzione è Mondovì!

Tante stagioni trascorse con le giovanili, dove ha partecipato a molte finali regionali, nazionali e Kinderiadi, conquistando numerosi premi individuali come MVP e come migliore attaccante. “L’ultimo anno con Novara abbiamo vinto i regionali Under 16, conquistando l’accesso alle finali nazionali e siamo arrivate ottave.” spiega Giulia Bonifacio – “Con Busto siamo andate ai Nazionali e siamo arrivate quinte.”

Diciotto anni da compiere ad ottobre, ma la maturità e la determinazione non mancano a Giulia Bonifacio, che non nasconde la voglia di mettersi in gioco in questa nuova avventura in Serie A2, con la maglia dell’LPM BAM Mondovì.

“Non mi aspettavo di essere contattata. La situazione del Coronavirus ha bloccato un po’ tutto. Desideravo tanto finire di giocare nelle giovanili e fare “il salto”. Spero veramente di poter migliorare, perché è quello che serve a tutti. Spero in  futuro di poter giocare insieme a mia sorella, come ho fatto quest’anno ad inizio stagione a Busto, dove un paio di volte sono stata con la Serie A1 e mi è capitato di essere in campo con lei.”

Giulia Bonifacio, nata ad Alba, conosce bene il territorio monregalese: “Quando ero piccolina, ho giocato spesso contro Mondovì. La sfida Mondovì-Alba era una costante, sotto rete c’era tanta competizione, ma in amicizia! Mondovì è per me un ambiente familiare, sono sempre stata “avversaria”  e adesso, invece, sono una pumina; pensare che il tifo che prima avevo “contro”, adesso sarà con me…è strano, ma bello! Spero di conoscere presto i tanti tifosi rossoblu!”

www.lpmpallavolo.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *