Pantere OK nel Trofeo Cesarini Sforza di Trento: battuta la Delta Informatica Trentino per 3-1

Positiva amichevole per l’Imoco Volley che in questo periodo di pausa, con De Kruijf, Wolosz, Geerties e coach Santarelli impegnati nelle qualifcazioni olimpiche in Olanda, hanno affrontato stasera a Trento la Delta Informatica Trentino, capolista della serie A2, nella seconda edizione del Trofeo Cesarini Sforza. Un’utile test agonistico, importante anche per verificare la condizione delle rientranti Folie e Sylla, da circa un mese ai box per risolvere alcuni acciacchi fisici.

Coach Alessio Simone ha schierato dall’inizio la regista Giulia Gennari, opposta Paola Egonu, schiacciatrici Sylla e Sorokaite, al centro Folie e Ogbogu, libero De Gennaro. Nel primo set l’entusiasmo delle padrone di casa, trascinate dalla bomber Piani (6 punti nel set), tiene le Pantere sulla corda fino alla fase centrale quando le trentine provano l’allungo (14-16). Funziona bene l’intesa Gennari-Sylla (80% in attacco per l’azzurra che si mostra subito in gran forma al rientro), ma la ricezione fatica un po’ e l’Imoco, fallosa anche in battuta, permette all’ex Furlan e alle sue compagne di scappare (17-21) e di chiudere il set 21-25 per la gioia del pubblico di casa.

Pronta reazione di De Gennaro e compagne nel secondo parziale. C’è Hill in campo al posto di Sorokaite, ma soprattutto c’è una Paola Egonu che vuol far vedere anche a Trento tutta la sua classe: 4 aces, 12 punti nel set (!) con il 57% in attacco e la capacità di sorvolare a piacimento il muro avversario. Conegliano parte sparata (8-3, 16-9) e lascia subito il segno mostrando un attacco rinvigorito, grazie anche a una ricezione tornata ai livelli abituali. 25-16 il finale di un set senza storia.

Nel terzo set la partita è molto più combattuta, le padrone di casa trovano in Melli (8 punti nel set) un’indispensabile alternativa a Piani, ben marcata dai muri di Folie ed Ogbogu, e Trento prende fiducia allungando nella fase iniziale (6-9). Ma le Pantere non ci stanno, Chiaka Ogbogu risponde sempre presente alle chiamate in attacco al centro di Gennari, Egonu (8 punti e 62%) continua a martellare indisturbata e le campionesse d’Italia allungano 16-13. La reazione della Delta Informatica non si fa attendere, Piani tiene le padrone di casa vicine, ma alla fine è Paola Egonu a decidere, poi il muro di Hill per il 25-23 che mette le venete avanti 2-1.

Il quarto set vede coach Simone inserire Sorokaite per Sylla e la giovane del Volley Pool Piave Margherita Brandi al centro per Folie, c’e’ anche Fersino per De Gennaro come libero, ma le Pantere non cambiano il ritmo e continuano a spingere prendendo subito il largo 8-4.  Gennari oltre a piazzare due aces dei suoi (7 punti alla fine per la regista gialloblù con 4 servizi vincenti!), si affida alla verve offensiva di Indre Sorokaite (6 punti e il 67% nel set) e Chaka Ogbogu (5 punti nel set) che trovano varchi nel muro trentino e tengono a bada ogni tentativo di rimonta delle avversarie. Il vantaggio si dilata (21-14) grazie anche ai muri di Brandi ed Egonu (premiata MVP). C’e’ spazio anche per le altre Pantere nel finale e l’Imoco chiude 25-15 aggiudicandosi anche la seconda edizione del Trofeo Cesarini Sforza.

IMOCO CONEGLIANO – DELTA INFORMATICA TRENTINO  3-1
(21-25,25-16,25-23,25-15)
Imoco: Sorokaite 12, Cagnin 1,Brandi 1, Folie 4, Fersino, De Gennaro, Ogbogu 14, Enweonwu 1, Gennari 7, Hill 3, Sylla 12, Egonu 24. All. Simone
Delta: Piani 15, Fondriest 6,Odorico 6, Barbolini 5, Furlan 3, Melli 14, Vianello, Giometti, Berasi, Cosi, Moro. All. Bertini
Durata set: 21′,19′,23′,20′
Note: Errori battuta Imoco 16, Trento 8, Aces Imoco 12, Trento 2, Muri Imoco 10, Trento 4. MVP: Egonu

Intanto oggi ad Alpedoorn in Olanda nel torneo di qualificazione olimpica prima uscita per la Croazia di coach Santarelli (e dell’ex Samanta Fabris) che è stata sconfitta 3.1 dalla Turchia, che ieri aveva perso con lo stesso risultato contro la Germania di Jennifer Geerties, brava oggi a fare il bis (3-1) con il Belgio e a lanciarsi verso le semifinali. In serata in campo l’Olanda di Robin De Kruijf (vincitrice ieri 3-0 con l’Azerbijan) con la Bulgaria. Domani in campo Olanda-Polonia (derby gialloblù De Kruijf-Wolosz) e Belgio-Croazia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *