Il Trofeo Cesarini Sforza premia le campionesse del Mondo dell’Imoco Conegliano. Al Sanbàpolis Egonu e compagne superano in quattro set una bella Delta Informatica Trentino

Posted On By redazione

Di fronte ad una cornice di pubblico eccezionale, con circa 700 spettatori che non hanno perso l’occasione per assistere ad un grande spettacolo, l’Imoco Conegliano ha conquistato la seconda edizione del Trofeo Cesarini Sforza, superando al termine di quattro set avvincenti una bellissima Delta Informatica Trentino. Nonostante la differenza di categoria e il valore immenso delle avversarie, recentemente laureatesi campionesse del Mondo per club, le gialloblù di Matteo Bertini hanno offerto una prova davvero convincente, regalando al proprio allenatore indicazioni interessanti e positive in viste del rush finale di regular season. Con l’organizzazione di questo grande appuntamento Cesarini Sforza ha ribadito il suo impegno e la sua vicinanza al mondo sportivo trentino, affiancando il proprio nome ad un evento pallavolistico di altissimo livello. L’azienda vitivinicola trentina già da qualche anno è un prezioso partner di Trentino Rosa e il suo Trentodoc viene omaggiato alla miglior giocatrice del match di tutte le partite casalinghe della Delta Informatica. Premio di mvp del match per Paola Egonu, top scorer dell’incontro con 22 palloni stampati a terra (4 ace), tra le fila trentine ottime le prove di Piani (15 punti con il 43% in attacco) e Melli (14 punti con 3 muri e un ace).
Bertini si affida al medesimo sestetto che ha giocato le ultime gare di campionato: Berasi in regia, Piani opposto, D’Odorico e Melli in banda, Furlan e Fondriest al centro e Moro libero. Alessio Simone, vice di Santarelli, replica con Gennari al palleggio, Egonu opposto, Sorokaite e Sylla laterali, Folie e Ogbogu al centro e De Gennaro libero.
La partenza è, sorprendentemente, tutta di marca gialloblù: l’asse Berasi-Piani funziona alla perfezione e l’opposto di Trento risulta fin da subito una spina nel fianco per la correlazione muro-difesa di Conegliano (10-8). La squadra di Bertini gioca su livelli eccellenti in ogni fondamentale, D’Odorico attacca con percentuali elevate e l’ace di Fondriest consente alla Delta Informatica di mantenere un prezioso break di vantaggio (16-14). Barbolini entra dalla panchina e firma l’ace del 19-16, Sorokaite risponde con la battuta (22-19) ma il finale è griffato Piani, devastante in attacco e protagonista assoluta del 25-21 in favore della Delta Informatica. La scontata reazione dell’Imoco si concretizza nel secondo set, quando Egonu (12 punti nel set!) inizia a scaldare il motore, ottimamente assistita da Sylla (2-7). Le azzurre strappano applausi a ripetizione, la Delta prova a tenere il passo delle venete ma il turno al servizio di Egonu, condito da tre ace diretti, chiude con largo anticipo la frazione (7-15). Qualche lampo di Melli e Piani rendono più interessante il set ma il duo Sylla-Egonu ristabilisce rapidamente la parità (16-25). Bellissimo il terzo set con la Delta Informatica nuovamente in grado di lottare alla pari con Conegliano. Le due squadre viaggiano a braccetto fino al 13-13, quando l’Imoco allunga con Sorokaite (14-19). Bertini chiama time out e la reazione gialloblù è immediata, con un’ottima Melli bravissima a riportare Trento fino al -1 (20-21). Egonu firma il 20-23 ma si fa murare subito dopo da Furlan (23-24), la Delta sfiora il nuovo aggancio ma Hill sbarra la strada a Piani per il 23-25 finale tra gli applausi del Sanbàpolis. Tra le fila trentine entrano Cosi, Barbolini e Vianello, Sorokaite spinge l’Imoco sul 4-9, ma un’ispirata Barbolini risponde immediatamente portando Trento fino all’8-9. Ogboku incrementa nuovamente il gap (8-12), Sokoraite fa 11-16, entra anche Giometti per Melli e l’Imoco corre spedita verso il 15-25 finale.
«E’ stato un test estremamente positivo e ricco di indicazioni positive – spiega a fine gara Matteo Bertini, tecnico della Delta Informatica Trentino – in cui abbiamo provato alcune situazioni di gioco che volevamo approfondire e migliorare. Ho avuto risposte importanti sotto tanti aspetti che hanno confermato l’elevato livello che abbiamo raggiunto in questa fase della stagione».
«In questi giorni stiamo svolgendo un lavoro fisico molto importante e sapevamo che saremmo stati un po’ imballati – ha spiegato a fine gara Alessio Simone, vice allenatore di Conegliano – Dopo il primo set è stato un buon test e con ordine ed entusiasmo abbiamo messo in campo il nostro livello di gioco. Trento è una squadra che gioca molto bene e non è un caso che stia così in alto in classifica. Siamo stati molto felici di essere venuti a Trento per il Trofeo Cesarini proprio perché sapevamo che sarebbe stato un test di alto livello».Nel corso dell’evento, ospitato nell’impianto universitario di SanbàpolisAnvolt ha promosso una raccolta fondi a scopo benefico.

Il tabellino del Trofeo Cesarini Sforza

Delta Informatica Trentino – Imoco Volley Conegliano 1-3
Parziali: 25-21, 16-25, 23-25, 15-25
Delta Informatica Trentino: Berasi 0, Piani 15, Melli 14, D’Odorico 6, Furlan 3, Fondriest 6, Moro (L); Cosi 0, Giometti 0, Vianello (L), Barbolini 5. All. Matteo Bertini
Imoco Volley Conegliano: Gennari 7, Egonu 22, Sylla 12, Sorokaite 12, Folie 5, Ogbogu 14, De Gennaro (L); Cagnin 1, Brandi 1, Fersino 0, Enweonwu 1, Hill 3. All. Simone Alessio
Arbitri: Sabia di Potenza e Fellin di Trento
Durata set: 21′, 19′, 23′, 20′ (totale: 1h23′)
Note: Delta Informatica (attacco 43, muro 4, ace 2, errori azione 10, errori battuta 8), Conegliano (attacco 56, muro 10, ace 12, errori azione 11, errori battuta 16). Spettatori 700 circa. Mvp: Egonu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *