I comunicati della Volalto hanno fatto impazzire Muzzioli, non sa più che pesci prendere! Caserta gli ha mandato un Professore specialista in neuro

Un poco di verità in questo mondo ci vuole. Muzzioli non riesce con il suo VolleyBall (controllato e controllore) a seguire le vicende della Volalto. Premesso che sulla sua home page parla di 7 milioni di visite nel 2018, 8 milioni nel 2019, e poi, quando pubblica un articolo, al massimo colleziona 20 “mi piace”, Muzzioli è solito confrontarsi sui social con 2/3 personaggi che hanno nomi criptati; gli addetti ai lavori leggono i suoi commenti e ridono. Tutto questo lo fa sentire importante; contento lui, contenti tutti.
Una curiosità: volete sapere perché se la prende con la Lega? Muzzioli si autopropose come addetto stampa della Lega Pallavolo Femminile, gli fu detto di no e da allora è contro la Lega.
Un mediocre addetto stampa, per la cronaca, può percepire 6/7 mila euro al mese.
Piuttosto vorremmo chiedere a Muzzioli di rispondere ad alcune domande dal suo blog: quali squadre non hanno pagato veramente le atlete in serie A1?; quale società o azienda collegata di A1 finanzia il suo blog Volleyball?; se lei viene finanziato da una squadra o da una collegata di A1, ciò significa che il suo blog va contro una parte della Lega, proprio per favorire il suo finanziatore?
Comprendiamo, caro Muzzioli, le ragioni per le quali i suoi finanziatori spingono contro lo sceriffo dell’antidoping e anche le ragioni per le quali il suo blog, VolleyBall, spinge perchè qualche squadra si ritiri: il campionato, in tal modo, diventerebbe monco e la colpa ricadrebbe sullo sceriffo, che farebbe così una brutta figura. I quotidiani lo assalirebbero e voilà il gioco è fatto. Di contro i suoi amici avvoltoi, che lavorano da anni per far dimettere Fabris, raggiungerebbero l’obiettivo. Lei ed i suoi amici, a questo punto, prendereste il sopravvento nella pallavolo femminile. Caro Muzzioli, lei non crede che Fabris sia a conoscenza di tutto questo?, non si spiega il motivo per il quale tutte le sue strategie e quelle dei suoi finanziatori, fino ad oggi, hanno fatto acqua da tutte le parti? Una domanda a parte: alle 6 di mattina sono state fermate due atlete ubriache, perché lei non ha scritto la notizia?, mica appartengono al club del suo secondo finanziatore?
Vediamo, adesso, caro Muzzioli, se lei ha il coraggio di rispondere a queste domande.
Lo chiariamo ai nostri lettori: niente di personale contro Muzzioli, parliamo di serio giornalismo e ci siamo permessi di scrivere per far capire la differenza tra un blog e un quotidiano online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *